giovedì 25 aprile 2019

In evidenza

SCADENZA PRESENTAZIONE DEL MUD: PROROGATO AL 22 GIUGNO 2019

Si informa che la scadenza per la presentazione del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale dei rifiuti) è stata prorogata dal 30 aprile al 22 giugno p.v.

Tutte le aziende che nel corso dell`anno precedente hanno prodotto rifiuti pericolosi dovranno predisporre e presentare alla Camera di Commercio il MUD . Dovranno presentare il MUD anche le imprese di 10 o più addetti che producono rifiuti non pericolosi.

L'Ufficio Ambiente e Sicurezza della Confartigianato Imprese Crema assisterà le aziende per la compilazione e la presentazione del MUD annuale, per la compilazione dei registri, dei formulari e per tutti i servizi legati a rifiuti, emissioni in atmosfera e normative ambientali in genere.

Per il servizio di compilazione e presentazione del Mud si invitano le aziende a rivolgersi presso l'Ufficio Segreteria dell'Associazione (0373/87112) provvedendo a portare:

- Il registro di carico e scarico dei rifiuti;

- I formulari di smaltimento rifiuti dell`anno precedente

 

 

MODIFICA TEMPORANEA ORARI APERTURA UFFICI

Si comunica che l'Ufficio Contabilità della sede di Crema

e l'Ufficio di Pandino

resteranno temporaneamente chiusi al pubblico

nei pomeriggi delle giornate

di MARTEDI' e di GIOVEDI'.

CHIUSURA UFFICI

SI COMUNICA CHE GLI UFFICI DI CREMA E PANDINO DI CONFARTIGIANATO IMPRESE CREMA, ARTIGIANSERVICE SRL, PATRONATO INAPA E CONFIDISYSTEMA!

RESTERANNO CHIUSI

NEL POMERIGGIO DI VENERDI' 19 APRILE 2019

 E NELLA GIORNATA DI

VENERDI' 26 APRILE 2019

Sportello CAAF CONFARTIGIANATO Pensionati e Dipendenti DICHIARAZIONE REDDITI 2018 - MOD. 730/2019

Anche quest'anno il Caaf Confartigianato, presso le nostre sedi di Crema e Pandino, è a disposizione di tutti i lavoratori dipendenti, pensionati e loro familiari per offrire la necessaria assistenza fiscale per la predisposizione del Modello 730/19 e per il calcolo delle importe sugli immobili.

Si invitano, pertanto, coloro che fossero interessati ad avvalersi dei nostri servizi a fissare al più presto un appuntamento chiamando il numero 0373-87112

A FAR TEMPO DAL 19 MARZO 2019
__________________________________________________________________________________

SCONTO DEL 30% SULLA TARIFFA APPLICATA PER I TESSERATI  ANAP - SCONTO DEL 15% SULLA TARIFFA APPLICATA PER TUTTI I DIPENDENTI DELLE DITTE ASSOCIATE

IMPORTANTE: al primo incontro portare una fotocopia del Documento di Indentità in corso di validità.

Per ulteriori infromazioni invitiamo a contattare il personale Caad presso la sede della Confartigianato Imprese Crema (0373-87112)

Per ulteriori informazioni invitiamo a contatare il personale del Caaf presso la sede della Confartigianato Imrpese Crema (0373/87112) a partire dal 15 marzo p.v.

CE.N.PI: TANTI VANTAGGI PER LA TUA IMPRESA E LA TUA FAMIGLIA Il Consorzio di Confartigianato: unico referente per far crescere il risparmio.

Il C.En.P.I. opera come gruppo d'acquisto, quindi è in grado di individuare i fornitori migliori e ottenere i prezzi più convenienti.

Come emanazione di Confartigianato , che rappresenta gli interessi di 520.000 imprese associate, il C.En.P.I. offre assistenza e consulenza, qualificata e costante, finalizzata all'individuazione delle soluzioni migliori per ottimizzare le forniture di energia elettrica,gas e alla risoluzione di problematiche specifiche.

Il Consorzio, dal 2013, rappresenta anche gli interessi degli utenti domestici. Ad oggi più di  3.000 famiglie hanno scelto la professionalità e l’affidabilità  del C.En.P.I. per la fornitura di casa propria.

La fatturazione è chiara e comprensibile. Inoltre garantisce un vero rapporto consulenziale nei confronti del mercato libero dell'energia, sempre in evoluzione e sempre più globalizzato.

L’adesione all’offerta non comporta spese di migrazione né di impianti, in quanto l’erogazione utilizza la rete già esistente.

Richiedi subito un preventivo gratuito e non vincolante di confronto con le attuali condizioni economiche. Il referente Cenpi presso la Confartigianato Imprese Crema (Patrini Patrizia – 0373787112) è ha disposizione per tutte le informazioni e i chiarimenti del caso.

PRIVACY: E TU TI SEI ADEGUATO? PROSEGUE IL SERVIZIO DI CONFARTIGIANATO CHE AIUTA LE IMPRESE AD ESSERE IN REGOLA

Lo scorso 25 maggio 2018 è entrato definitivamente in vigore il GDPR (General Data Protection Regulation), ossia il Regolamento Europeo in materia di trattamento dei dati personali.

Tutte le aziende che offrono prodotti e servizi alle persone fisiche DEVONO rispettare il GDPR, indipendentemente dalla loro dimensione.

Pubblichiamo di seguito alcune informazioni importanti per capire di cosa si tratta, ricordando che Confartigianato Imprese Crema - tramite la società di servizi Artigianservice Srl Unipesonale -  si è attivata con incontri informativi per assistere le imprese e ha poi avviato un Servizio Privacy che aiuta gli imprenditori ad adeguarsi alla normativa in modo semplice, rapido e conveniente evitando così di incorrere nel rischio delle elevate sanzioni previste dal Regolamento Europeo.

Il servizio è personalizzato in base al tuo tipo di attività e al tuo livello di rischio e ti consente di adeguarti in poche ore, costruendo, con l’aiuto dei nostri esperti, le informative, i consensi e il registro dei trattamenti.


Il GDPR IN PILLOLE

Che cos’è il trattamento dei dati personali?

Il trattamento dei dati personali è qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza strumenti elettronici e applicate a dati personali (esempio raccolta, registrazione, conservazione, consultazione, trasmissione).

Per dato personale si intende qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile (che il GDPR definisce interessato): ad esempio nome, cognome, indirizzo, codice fiscale, contatti di posta elettronica, numeri di telefono, siti web, riferimenti bancari, targa automobilistica, ecc.

Quali aziende sono soggette?

Una volta chiarito che le imprese incluse sono quelle che pongono in essere qualsiasi operazione di trattamento applicata a qualsiasi informazione di una persona fisica, appare evidente che praticamente tutte le aziende sono soggette alla norma.

Cosa deve fare un’azienda per adeguarsi al GDPR?

L’azienda, a prescindere dalle dimensioni, dovrà provvedere a:

  • tenere il registro delle attività di trattamento dove riportare i trattamenti dei dati personali che pone in essere. Si tratta di uno strumento molto utile anche per monitorare e tenere a mente le principali attività rilevanti ai fini della privacy.
    Il Garante in data 9 ottobre 2018 ha reso obbligatorio la redazione e l’aggiornamento del registro per:
    • i piccoli artigiani con un solo dipendente;
    • le estetiste, parrucchieri, ottici, odontotecnici, tatuatori;
    • tutte le imprese che svolgono trattamenti non occasionali (ad esempio il trattamento del dato personale del cliente per una azienda è considerato non occasionale).
  • consegnare a tutti gli interessati l’informativa privacy con i contenuti prescritti dal GDPR. Nel caso delle nostre aziende le informative vanno consegnate a:
    • dipendenti e collaboratori;
    • clienti;
    • consulenti;
    • fornitori di beni e/o servizi;
    • se l’azienda ha un sito web occorre prevedere una informativa privacy sull’uso dei dati di navigazione nel sito e sui cookies;
    • se l’azienda ha un circuito di videosorveglianza deve redigere un’informativa privacy per i soggetti che potrebbero essere ripresi dalla videocamera.
  • sottoscrivere gli accordi di nomina a responsabile del trattamento.

È responsabile del trattamento il soggetto che tratta, per conto dell’azienda artigiana, alcuni dati personali relativi a clienti, dipendenti e fornitori dell’azienda. Questo succede, ad esempio, nel caso in cui l’azienda si rivolga a un consulente per le paghe o al commercialista. L’azienda dovrà quindi sottoscrivere con il consulente o commercialista un accordo con cui lo nomina responsabile del trattamento, dandogli tutte le istruzioni su come deve trattare i dati e ricevendo idonee garanzie di rispetto della normativa privacy.

Chi controlla e quali sono le sanzioni?

Le ispezioni vengono svolte dal Garante in collaborazione con il nucleo speciale tutela privacy e frodi telematiche della Guardia di Finanza e i controlli riguarderanno il rispetto degli obblighi imposti alle aziende dal GDPR, quali la tenuta del registro del trattamento, la consegna delle informative, la sottoscrizione degli accordi di nomina e le misure di sicurezza a tutela dei dati personali.

Il GDPR prevede sanzioni più rigorose ma graduate ed in particolare:

  • sanzioni di natura amministrativa sino a 20 milioni;
  • sanzioni penali.

Per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi alla Segreteria della Confartigianato Imprese Crema (0373-87112)

Le notizie

AUTOTRASPORTO: DIVIETI CIRCOLAZIONE ANNO 2019

Con il decreto n. 525 del 04 dicembre 2018 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha diramato le direttive ed il calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l’anno 2019 per i veicoli ed i complessi di veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate.

Ecco nel dettaglio il calendario completo:

a) tutte le domeniche dei mesi di aprile, maggio, ottobre, novembre e dicembre, dalle 9,00 alle 22,00;

b) tutte le domeniche dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre dalle 7,00 alle 22,00

c) dalle  ore14,00 alle 22,00 del 19 aprile;

d) dalle ore 9,00 alle ore 16,00 del 20 aprile;

e) dalle ore 9,00 alle ore 22 nelle giornate del: 22 aprile, 25 aprile, 1 maggio, 1 novembre, 25 dicembre e 26 dicembre;

f) dalle ore 8,00 alle ore 16,00 nelle giornate del: 6 luglio, 13 luglio, 20 luglio, 17 agosto, 24 agosto e 31 agosto;

g) dalle ore 16,00 alle ore 22,00 nelle giornate del: 26 luglio, 2 agosto e 9 agosto;

h) dalle ore 8,00 alle ore 22,00 nelle giornate del: 27 luglio, 3 agosto e 10 agosto;

i) dalle ore 9,00 alle ore 14,00 del 24 dicembre

Tra le varie deroghe e precisazioni si ricorda che:

  1. Per i veicoli provenienti dall’estero e dalla Sardegna, muniti di idonea documentazione l’orario di inizio del divieto è posticipato di 4 ore.

  2. Per i veicoli diretti all’estero, muniti di idonea documentazione attestante la destinazione del viaggio, l’orario di termine del divieto è anticipato di due ore, così come per i veicoli diretti in Sardegna l’orario di termine del divieto è anticipato di 4 ore.

  3. È possibile, in base alle disposizioni del Decreto in oggetto, ottenere deroghe particolari dalle Prefettura che, accertata la reale rispondenza di quanto richiesto ove non sussistano motivazioni contrarie, rilascia il provvedimento autorizzativi.

    Presso la Segreteria della Confartigianato Imprese Crema (tel. 0373/87112) è possibile consultare il testo completo del Decreto e ottenere le necessarie informazioni

PNEUMATICI INVERNALI: REGOLE E SCADENZE

SI ricorda che il termine dell’obbligo di dotazioni invernali (pneumatici M+S o catene a bordo) per i veicoli scade il 15 aprile, anche se resta comunque la possibilità, per gli enti proprietari di strade, di adottare provvedimenti con una estensione temporale diversa per strade o tratti di esse in condizioni particolari (ad esempio strade di montagna a quote particolarmente elevate).

Dal 15 aprile occorre tenere presente le seguenti indicazioni:

  • il termine consentito per il cambio pneumatici è il 15 maggio 2019;
  • in alternativa è consentito circolare con gli pneumatici M+S purché il loro codice di velocità massima sia almeno pari a quello riportato sulla carta di circolazione.

È naturalmente consigliato il cambio, in quanto l’utilizzo di pneumatici invernali nei mesi estivi non consente un’aderenza ottimale e comporta un’usura maggiore.

IMPORTANTE: CONTESTAZIONI DISCIPLINARI

Viste le richieste di chiarimento pervenute in questo periodo sull’argomento in oggetto si ricordano alcune regole generali di comportamento relative alle modalità di contestazione delle mancanze dei dipendenti (assenze ingiustificate, errori nell’esecuzione del lavoro, comportamenti scorretti, ecc.).

            La corretta contestazione consente di applicare, successivamente, provvedimenti disciplinari efficaci (multa, sospensione, licenziamento), in grado di resistere ad eventuali contestazioni/impugnazioni da parte dei lavoratori.

            Al contrario, se la contestazione disciplinare non rispetta alcuni requisiti minimi di forma e di sostanza, la sanzione disciplinare può essere annullata.

            Le regole essenziali, da ricordare per ogni contestazione disciplinare, sono le seguenti:

  1. se il lavoratore commette una mancanza, la contestazione deve essere sempre scritta. Contestazioni verbali non sono utilizzabili;

  2. la contestazione deve essere tempestiva, deve cioè seguire il più rapidamente possibile la mancanza; per esempio, nel caso di un’assenza ingiustificata, la contestazione scritta deve essere inviata non appena è scaduto il termine per l’invio del certificato medico;

  3. la contestazione scritta deve essere consegnata al lavoratore, che deve firmare per ricevuta, oppure deve essere inviata con raccomandata con avviso di ricevimento. E’ essenziale essere sempre a conoscenza degli indirizzi di residenza dei lavoratori;

  4. la contestazione deve contenere una descrizione dei fatti e non una valutazione: si deve ricostruire, cioè, il comportamento del dipendente, riportare le parole che ha pronunciato o scritto, ecc.. Se il dipendente ha commesso più mancanze, nel corso degli ultimi due anni, è importante contestare la recidiva;

  5. dopo la consegna della contestazione, il lavoratore ha 5 giorni di tempo per fornire le sue giustificazioni, che possono essere scritte o verbali. In questi 5 giorni non deve essere intimata alcuna sanzione! ATTENZIONE: alcuni contratti collettivi (es. il contratto Metalmeccanici Piccola Industria) prevedono un termine più lungo, solitamente di 5 giorni lavorativi;

  6. una volta scaduto il termine, entro il quale il lavoratore può fornire le sue giustificazioni, la sanzione deve essere intimata entro pochi giorni. Alcuni contratti collettivi prevedono un termine specifico (il contratto del Commercio prevede un termine di 15 giorni, il contratto Metalmeccanici Piccola Industria prevede un termine di 6 giorni lavorativi.

L’Ufficio Paghe dell'Associazione è a disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti e per fornire ogni supporto necessario.

ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE: DAL 1° APRILE SOLO DOMANDE TELEMATICHE ALL'INPS

A decorrere dal 1° aprile 2019 le domande di Assegno per il Nucleo Familiare dei lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo devono essere presentate direttamente all’INPS, esclusivamente in modalità telematica.Ne consegue che le domande per la prestazione familiare sinora presentate dai lavoratori interessati ai propri datori di lavoro utilizzando il modello “ANF/DIP” (SR16), a decorrere dalla predetta data, devono essere presentate esclusivamente all’INPS.

Le domande già presentate al datore di lavoro fino alla data del 31 marzo 2019 con il modello “ANF/DIP”, per il periodo compreso tra il 1° luglio 2018 ed il 30 giugno 2019 o a valere sugli anni precedenti, non devono essere reiterate.

Le domande presentate in via telematica all’INPS, a decorrere dal 1° aprile 2019, saranno istruite dall’Istituto per la definizione del diritto e della misura della prestazione familiare richiesta. Nell’ambito di tale istruttoria saranno individuati gli importi giornalieri e mensili teoricamente spettanti in riferimento alla tipologia del nucleo familiare e del reddito conseguito negli anni precedenti. Gli importi calcolati dall’Istituto saranno messi a disposizione del datore di lavoro, che potrà prenderne visione per il tramite dell’intermediario da lui delegato.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Patronato Inapa presso gli uffici della  Confartigianato Imprese di Crema (Via IV Novembre, 121 Tel. 0373-87112) il lunedì e giovedì dalle 8,30 alle 12,00 e il mercoledì dalle 14,00 alle 17,00 e di Pandino (Piazza Vittorio Emanuele III°, 2 Tel. 0373-970436) il venerdì dalle ore  8.30 alle ore 12.00.

VERSAMENTO SCF 2019: SCADENZA 31 MAGGIO PER AZIENDE DI ESTETICA E ACCONCIATURA

Si ricorda alle aziende di Estetica e Acconciatura che è fissato al 31 MAGGIO p.v. il termine per il versamento relativo alla CAMPAGNA 2019 SCF per la regolarizzazione della diffusione in pubblico di musica registrata.

Come negli anni precedenti la raccolta sarà effettuata dalla SIAE e lo sconto riservato alle aziende associate a Confartigianato Imprese - in virtù della convenzione in essere - ammonterà al 15%.

Le modalità previste per l'adesione alla campagna sono:

- on-line sul portale musica d'ambiente attivato sul sito www.siae.it;

- allo sportello Siae competente per territorio;

- mediante MAV inviato da Siae.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet http://scfitalia.it

Area riservata


   Dimenticato i dati?

Sommario pagina


I nostri recapiti

Crema
Telefono: 0373/87112
Fax: 0373/84826
E-mail: info@pec.autonomartigiani.it

Pandino
Telefono: 0373/970436 
Fax: 0373/970436
E-email: pandino@pec.autonomartigiani.it

Sommario pagina


Masterplan 3C è un progetto avviato da maggio 2018 su iniziativa dell’Associazione Industriali di Cremona e The European House Ambrosetti, in collaborazione con le altre associazioni; per completarlo è necessario il parere più importante: quello dei cittadini. Ti inviatiamo a rispondere ad un veloce questionario, ti bastano 5 minuti, per essere protagonista del tuo domani. Vai al questionario

Rispondi al questionario e disegna il futuro del tuo territorio FondArtigianato Formazione Gli artigiani in vetrina Offerte di lavoro TgConfartigianato, canale YouTube La PEC per le imprese artigiane