venerdì 16 aprile 2021 Vai al profilo Facebook dell'Associazione

LE NOVITA' IN MATERIA DI LAVORO PREVISTE DALLA LEGGE DI BILANCIO

“Come Confederazione abbiamo riconosciuto e apprezzato nella legge di bilancio 2021 l’impegno a fornire risposte alla situazione contingente di crisi dell’economia. – ha sostenuto Giulio Baroni, segretario della Confartigianato Imprese Crema – Pertanto consideriamo sostanzialmente positivo l’esito finale del provvedimento che ha valorizzato anche l’impegno profuso della nostra organizzazione in sede parlamentare e sono diversi gli interventi sui quali Confartigianato si è impegnata a favore delle imprese associate raggiungendo in diversi frangenti risultati importanti”.

Tra le diverse misure contenute nella Legge di Bilancio 2021 riportiamo alcune delle misure più significative in materia di lavoro, incentivi, agevolazioni e decontribuzioni per imprese e lavoratori.

SGRAVI CONTRIBUTIVI PER ASSUNZIONE GIOVANI “UNDER 36”

Per le nuove assunzioni di under 36 anni di età a tempo indeterminato e per le trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato effettuate nel 2021 e nel 2022, è previsto che l’esonero contributivo, di cui alla Legge di Bilancio 2018, venga riconosciuto nella misura del 100%, per un periodo di 36 mesi, nel limite massimo di 6.000 euro all’anno.

L’agevolazione è riconosciuta ai datori di lavoro che non abbiano effettuato nei 6 mesi precedenti l’assunzione, né effettuino nei 9 mesi successivi, licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo, o a licenziamenti collettivi nei confronti di lavoratori inquadrati con la stessa qualifica nella stessa unità produttiva.

ASSUNZIONE DONNE: SGRAVI CONTRIBUTIVI


Per le assunzioni con contratto di lavoro dipendente a tempo determinato di donne effettuate nel 2021 e nel 2022, è riconosciuto l’esonero del 100% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per la durata di 12 mesi, elevabili a 18 in caso di assunzioni o trasformazioni a tempo indeterminato, e nel limite massimo di 6.000 euro annui.

Le assunzioni devono comportare un incremento occupazionale netto calcolato sulla base della differenza tra il numero dei lavoratori occupati rilevato in ciascun mese e il numero dei lavoratori mediamente occupati nei 12 mesi precedenti.

CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO: RINNOVO E PROROGA


È prorogato al 31 marzo 2021 il termine fino al quale i contratti a tempo determinato possono essere rinnovati o prorogati - per un periodo massimo di 12 mesi e per una sola volta - anche in assenza delle causali.

BLOCCO DEI LICENZIAMENTI

È esteso fino al 31 marzo 2021 il divieto di procedere a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo e a quelli collettivi per motivi economici, con sospensione delle procedure in corso.

Il divieto non si applica nelle ipotesi di licenziamenti motivati dalla cessazione definitiva dell’attività dell’impresa; in caso di fallimento, quando non sia previsto l’esercizio provvisorio dell’impresa, ovvero ne sia disposta la cessazione; nelle ipotesi di accordo collettivo aziendale stipulato dalle organizzazioni sindacali più rappresentative a livello nazionale.

CONGEDO DI PATERNITA’ 

La norma eleva da 7 a 10 giorni la durata obbligatoria del congedo di paternità per il 2021 ed estende il congedo obbligatorio e facoltativo ai casi di morte perinatale.

E’ inoltre previsto che il padre possa astenersi per un ulteriore giorno in accordo con la madre e in sua sostituzione in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.

INDENNITA’ STRAORDINARIA DI CONTINUIT° REDDITUALE E OEPRATIVA (ISCRO)


E' istituita “l’Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa” (ISCRO) in favore dei soggetti iscritti alla gestione separata che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo e non sono titolari di trattamento pensionistico diretto, né assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie e non beneficiari di reddito di cittadinanza.

L’indennità viene erogata dall’INPS in 6 mensilità di importo variabile da un minimo di 250 euro a un massimo di 800 euro al mese.

La domanda per accedere all’indennità deve essere presentata in via telematica all’INPS, entro il termine del 31 ottobre di ciascuno degli anni dal 2021 al 2023.

I requisiti per poter presentare la domanda sono:

  • essere titolari di partita IVA attiva da almeno 4 anni;
  • avere prodotto un reddito di lavoro autonomo, nell’anno precedente la richiesta, inferiore al 50% della media dei redditi dei 3 ulteriori anni precedenti;
  • aver dichiarato, nell’anno precedente la richiesta, un reddito non superiore a 8.145 euro;
  • essere in regola con la contribuzione previdenziale obbligatoria.
    La prestazione può essere richiesta una sola volta nel triennio.
     
    Gli Uffici della Confartigianato Crema e di Artigianservice Srl (Crema, via IV Novembre n. 121-123 - tel. 0373-87112) sono a disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti.
     

Elenco notizie

Area riservata


   Dimenticato i dati?

Sommario pagina


I nostri recapiti

Crema
Telefono: 0373/87112
Fax: 0373/84826
E-mail: info@pec.autonomartigiani.it

Pandino
Telefono: 0373/970436 
Fax: 0373/970436
E-email: pandino@pec.autonomartigiani.it

Sommario pagina


Abbiamo a cuore il territorio: acquistiamo locale. Sosteniamo le nostre imprese e le loro filiere.

Realizza con noi il tuo progetto, vieni a conoscerci FondArtigianato Formazione Gli artigiani in vetrina Offerte di lavoro La PEC per le imprese artigiane Job Talent è il portale per i servizi al lavoro della rete Confartigianato/E.L.F.I. TgConfartigianato, canale YouTube